Nasce il Food Manager, competenze tecniche e gestionali per dare competitività alla filiera alimentare

È iniziato il 21 gennaio all’Università Liuc di Castellanza (Varese) un master per formare figure che uniscano alle competenze di tecnologia alimentare l’indispensabilepreparazione manageriale sempre più richiesta dalle aziende. Whirlpool EMEA avrà il ruolo di premium partner

Superare le barriere di competenza per ridare competitività alle aziende della filiera alimentare. Nasce con questo intento il Master in Food Management, che partirà il 21 gennaio all’Università Carlo Cattaneo Liuc di Castellanza e che punta a formare nuovi profili professionali di tecnici e manager dei processi dell’industria alimentare con una preparazione più ampia e trasversale alle diverse aree funzionali. Il Master è nato dall’esigenza manifestata, sia dalle aziende alimentari sia dalle aziende che sono coinvolte, a vario titolo, nella filiera dell’industria alimentare, di disporre di figure in grado di superare le barriere di competenza fra i tecnici (tecnologi alimentari, chimici, biologi) e i manager operanti nella filiera delle produzioni alimentari industriali.

«Il bisogno di figure che uniscano alle competenze tecniche conoscenze manageriali è sempre più avvertito – dichiara Mauro Piloni vice president global Advanced Development di Whirlpool –; quando si parla di food stream non si può immaginare un processo segmentato e privo di comunicazione fra i singoli momenti. Per questo, come azienda leader nel mondo degli elettrodomestici e attore nella filiera alimentare, puntiamo ad avere tra le nostre professionalità profili in grado di valutare l’impatto di scelte tecniche in termini di competitività economica. Si tratta di un passaggio con cui potremo completare e potenziare le professionalità del nostro Centro Globale di ricerca e sviluppo sul cibo nel sito di Cassinetta di Biandronno, consapevoli che una sinergia sempre più forte tra le due aree sia un elemento chiave per la competitività del settore».

Il Master, in collaborazione con l’Associazione italiana di tecnologia alimentare e il patrocinio del Consiglio dell’Ordine nazionale dei tecnologi alimentari, si articola in cinque aree tematiche: gestione strategica dei prodotti alimentari, performance economico-finanziarie, politiche di prodotto nel food, industria alimentare e consumer science e competenze trasversali. Il comitato scientifico è composto dai seguenti docenti:  Giuseppe Toscano (Pricing & Costing – Università Carlo Cattaneo – LIUC), Sebastiano Porretta (SSICA – Parma), Fernando Alberti (Strategia – Università Carlo Cattaneo – LIUC) e Annamaria Vinci (Pricing & Costing – Università Carlo Cattaneo – LIUC). Nel panel di aziende figurano, in qualità di sponsor, Autogrill, Illy e Peroni.

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM