Le Serate della Scarpetta. Cena in villa senza posate

Appuntamento giovedì 31 gennaio a Villa Godi Malinveni di Lonedo (Lugo di Vicenza)

Chi di noi ha ricordi legati al cibo mangiato con le mani? Sono spesso reminiscenze che risalgono all’infanzia, o a momenti conviviali particolari, specie con amici, vissuti in situazioni e ambienti informali in cui ci si può lasciare andare. Infatti, se ci viene insegnato fin da piccoli che “è maleducato mangiare con le mani”, trasmette pur sempre un fantastico senso di libertà il poterlo fare senza che nessuno ci rimproveri! D’altra parte, per millenni l’umanità ha mangiato senza le posate, e solo da qualche secolo esiste il galateo a tavola. Il pane è, indubbiamente, l’alimento che meglio si presta a essere messo in bocca senza posate; anzi, un buon panino imbottito è di sicuro un pasto che chiunque (grandi e piccini) consuma volentieri e sempre con gusto.

Partendo da considerazioni come queste, i Panificatori e i Ristoratori aderenti a Confartigianato hanno ora ideato e progettato alcuni eventi conviviali all’insegna di un originale “posate off limits”. L’idea è quella di una tavola ben apparecchiata, di una sedia comoda per tutti in un ambiente piacevole e rilassato, di pane in quantità con adeguato “companatico” e di nessun attrezzo per servirsene. Saranno imbanditi prodotti tipici come salumi, formaggi, svariati sughi a base di verdure e di carne, e come dessert creme dolci, confetture, composte e altro. Unico requisito richiesto: il tutto dovrà essere mangiato solo servendosi di pezzi di pane, e quindi “pociàndo” (o “tociàndo”) come si deve, in buona compagnia.

Le cene “senza posate” sono chiamate Serate della Scarpetta, riprendendo la pittoresca espressione tutta italiana che significa “raccogliere il sugo rimasto nel piatto passandovi un pezzetto di pane infilzato nella forchetta, o più comunemente tenuto tra le dita”, secondo la definizione del Dizionario Treccani.

Cosa può accadere se una gustosa varietà di intingoli e delizie da spalmare, proposti dai Ristoratori di Confartigianato, si offrono a “La Vicentina” e a tutte le altre fragranti e saporite tipologie di pane prodotte dai fornai artigiani? Da non perdere dunque l’appuntamento di giovedì 31 gennaio (ore 20) a Villa Godi Malinverni, Via Palladio 44 a Lonedo (Lugo di Vicenza)

Per iscrizioni: online con carta di credito tramite Paypal accedendo al link http://www.confartigianatovicenza.it/serate-della-scarpetta o presso le sedi di Confartigianato Vicenza entro il 28 gennaio.

Prezzi per chi acquista online: Soci Confartigianato Vicenza 24 €; non Soci 26 €; gruppo di 10 persone (prenotazione unica con tavolo riservato) 216 €.

Prezzi per chi acquista presso le sedi: Soci Confartigianato Vicenza 26 €; non Soci 28 €; gruppo di 10 persone (prenotazione unica con tavolo riservato) 234 €.

Per informazioni: Confartigianato Vicenza Tel. 0444.168323/305/427; e-mail: categorie@confartigianatovicenza.it.

 

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM