Cibo e letteratura nel Novecento

Se ne è discusso in un incontro tenuto dalla critica d’arte e giornalista Flavia Strumendo

Si è tenuto sabato 4 maggio, presso la Sala delle Colonne del Collegio Marconi di Portogruaro, un incontro sul tema “Il cibo nella letteratura del ’900”. La relatrice Flavia Strumendo, critica d’arte e giornalista portogruarese, socia dell’Accademia Enogastronomica delle Tre Venezie, ha discusso sullo stretto rapporto che si instaura tra letteratura e cibo fin dall’antichità.

Nel corso della conversazione si è parlato del valore metaforico che gli alimenti assumono in molti testi narrativi e dell’importanza che essi rivestono per indagare e analizzare i tratti caratteristici di un popolo. Il cibo diviene la prospettiva ideale attraverso cui capire noi stessi, la nostra storia e le nostre radici. Alla conversazione letteraria è seguita un’interpretazione degustativa sul tema curata da Teresina Fogliani, esperta di storia della gastronomia e Presidente dell’Accademia Enogastronomica delle Tre Venezie. Sabato 18 maggio si terrà un secondo incontro sempre sullo stesso tema.

Vito Digiorgio

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM