Tre mostre micologiche nel territorio veneziano

All’inaugurazione delle tre mostre hanno partecipato gli assessori provinciali alle attività produttive Lucio Gianni e all’istruzione Claudio Tessari

Gli assessori provinciali alle attività produttive Lucio Gianni e all’istruzione Claudio Tessari hanno partecipato all’inaugurazione di tre mostre micologiche sul territorio veneziano. A Mestre l’apertura della mostra organizzata dal Gruppo “Bruno Cetto”, a Mirano dal Gruppo miranese, e a Chioggia del Gruppo “Naccari”, tutte patrocinate dalla Provincia di Venezia. Nel territorio veneziano operano sei gruppi micologici ufficiali, e il fatto che tre di loro abbiano già aperto la loro mostra nell’ultimo week end, e gli altri lo faranno nelle prossime settimane, è la migliore dimostrazione della grande vivacità che possiedono, e del loro radicamento nel territorio. Questi gruppi sono formati da persone tecnicamente e scientificamente preparate, che partecipano a continui corsi di aggiornamento e seminari scientifici ed effettuano periodicamente corsi di formazione per educare altri cittadini alla conoscenza dei funghi, all’educazione e al rispetto della natura e dell’ambiente. Spesso questi cittadini intervengono a sostegno anche delle strutture medico sanitarie quando, in presenza di intossicazioni o avvelenamenti da funghi, le Unità Locali Socio Sanitarie di fronte ad emergenze specifiche si trovano prive di conoscenza e parzialmente prive di specializzazione per poter adeguatamente e tempestivamente intervenire.

L’assessore Lucio Gianni: «Ci sono ancora troppe persone che non conoscono il ruolo e l’importanza dei gruppi micologici presenti ed attivi: è necessario creare opportunità per far conoscere effettivamente chi sono e cosa fanno perché loro svolgono un ruolo sociale molto importante. È giusto sottolineare che la nostra provincia non è un territorio con rilevante presenza di funghi, ma è innegabile che qui sono presenti dei grossi “professionisti”, che fanno parte di questi gruppi di volontariato e che, pur nel silenzio e nell’anonimato, agiscono per giungere a dei risultati e dei traguardi prestigiosi».

L’assessore Claudio Tessari: «Ho rivolto un accorato appello perché queste conoscenze, questo patrimonio di esperienza non vada disperso. Molti di questi appassionati esperti e volontari hanno già i capelli bianchi, ed è importante invece proseguire nell’opera di educazione e formazione con le scuole già a partire dalle elementari, coinvolgendole in queste belle iniziative».

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM