Lo “chef dell’Altipiano” entra a pieno titolo nelle guide de L’Espresso

Già famoso come membro de Le Jeunes Restaurateurs d’Europe, Alessandro Dal Degan ha ricevuto lo scorso 17 ottobre l’investitura di “Giovane dell’anno”

Lo chiamano “Lo chef dell’Altipiano” perché, lui, Alessandro Dal Degan, nato a Torino da genitori originari di Asiago, ha nei confronti di questo territorio amore e rispetto, tanto da tradurlo con grande maestria  e creatività nel suo lavoro. Diplomato alla Scuola alberghiera Buontalenti a Firenze, Alessandro, fresco di scuola, prende in gestione, nel 2000, il ristorante Macchiaioli di Sesto Fiorentino, un’esperienza che, cinque anni dopo, lo porta a maturare le sua capacità, come sous chef, in un importante ristorante di Castellina in Chianti: al Gallopapa. Nel 2008 torna a casa , in quell’Asiago in cui era nata la passione per la cucina e, dopo due significative esperienze da Riccardo al Maddarello e al St.Hubertus dell’Hotel Europa, diventa  chef executive de “La Tana”, il ristorante dello Sporting Hotel, di Asiago che porta avanti con successo insieme a due valenti soci collaboratori: Enrico Maglio, Maitre, e Stefano Fracaro, responsabile amministrativo.

Ancora giovane, è nato nell’81, Alessandro diventa il punto di riferimento d’eccellenza di questo straordinario territorio, dove la natura è ancora protagonista e pronta a mostrare tutte le sue peculiarità, anche le meno note. Nascono così piatti incredibili, innovativi, superbamente creativi, frutto non solo di grande professionalità ma di una grande curiosità di sperimentazione che porta lo chef a studiare anche la cultura gastronomica giapponese e ad interessarsi alla chimica e alla fisica legate all’alimentazione e alla cucina.

Volontà, tenacia, passione, determinazione e, naturalmente un’ineccepibile professionalità sono le principali doti di Alessandro. Se poi aggiungiamo la voglia continua di conoscere e di imparare, il suo rispetto per il cliente e la simpatica timidezza con cui risponde ai complimenti, ecco che il suo ingresso tra i guru della Guida de l’Espresso, appare come un meritatissimo premio.

Tuttavia, anche se il successo sembra ormai arrivato e anche consolidato, la voglia di crescere è ancora grande ed è così che Alessandro Dal Degan ha deciso di accettare una proposta decisamente entusiasmante: quella di rivestire il ruolo di chef executive del ristorante Arquade, presso l’hotel Relais et Chateau “Villa del Quar” di Pedemonte, Verona, affiancato da Elia Consolaro, già sous-chef alla Tana, come chef de cuisine.

Una nuova sfida che Alessandro affronterà con grinta, com’è nella sua natura, consapevole che la sua fama dovrà raddoppiare non solo in professionalità ma anche in impegno. Il nostro augurio? Di continuare a brillare. Come la “stella” che sicuramente lo aspetta dietro l’angolo.

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM