Veneto, regione leader nella produzione di radicchio

La provincia di Venezia è l’area più produttiva, la tipologia di Chioggia rappresenta i due terzi del totale

Nella sede della Provincia a Mestre la presidente Francesca Zaccariotto ha incontrato oggi il presidente del Consorzio di tutela Radicchio di Chioggia Igp Giuseppe Boscolo Palo. Presente all’incontro l’assessore all’Agricoltura e Attività Produttive Lucio Gianni.

Presidente Zaccariotto: «Un incontro piacevole e utile per approfondire i progetti di promozione di questo prodotto di punta della nostra agricoltura veneziana. Il radicchio è percepito dal consumatore come un prodotto di alto pregio, ed è quindi possibile incrementare ulteriormente le quote di mercato con azioni mirate di valorizzazione che anche la Provincia di Venezia ha realizzato in questi anni. Gli obiettivi e le azioni devono essere unitarie e coerenti con lo scopo di rafforzare la presenza del prodotto sui mercati, accantonando ogni campanilismo, con l’unico obiettivo di promuovere la produzione e il territorio assieme, e favorire così il reddito delle aziende agricole».

Assessore Gianni: «Il Veneto è la regione leader a livello nazionale per la produzione di radicchio, con oltre la metà delle 300 mila tonnellate annualmente prodotte. La provincia di Venezia a sua volta rappresenta l’area più produttiva della nostra regione, e la tipologia Chioggia da sola rappresenta praticamente i due terzi del totale: circa 100 mila tonnellate di prodotto per un valore economico al consumo di centinaia di milioni di euro. È necessario che le aziende agricole ci credano e che tutto il territorio di riferimento si senta impegnato, dalle istituzioni ai singoli operatori economici, nell’azione di tutela e rilancio di un prodotto della tradizione locale che può fare la differenza anche sul mercato  moderno».

Presidente Giuseppe Boscolo Palo: «È fondamentale l’azione promozionale e informativa che svolge il Consorzio di tutela del radicchio di Chioggia Igp per la valorizzazione del prodotto e il suo legame con il territorio. Nel nostro lavoro di promozione cerchiamo di evidenziare aspetti quali l’autoproduzione aziendale del seme e le specificità organolettiche che possono permettere di far distinguere ed apprezzare il radicchio di Chioggia rispetto all’universo dei radicchi tondi di provenienza anonima. La nostra città dà il suo nome al radicchio e può volgere a proprio vantaggio l’universalità di questo “principe degli orti”. Quanto più riusciremo a diffondere ed evidenziare questo legame del prodotto con il territorio, tanto più da ogni angolo del mondo verranno a Chioggia a godere delle unicità di questa terra compresa tra la laguna e il mare».

Il Consorzio di tutela Radicchio di Chioggia Igp evidenzierà con lo slogan “Chioggia, la laguna, gli orti … il fascino della città sull’acqua, il gusto dei prodotti della sua terra!” la propria partecipazione alla prestigiosa fiera internazionale FruitLogistica di Berlino in programma dal 5 al 7 febbraio prossimo. Inoltre sempre a febbraio a Chioggia il Consorzio ha organizzato un convegno sulle strategie e le prospettive di mercato per i radicchi e gli altri prodotti veneti Igp dove porterà il proprio saluto anche la presidente della Provincia Zaccariotto. Verrà inoltre riconfermata la partecipazione ai principali appuntamenti già frequentati, dal Vinitaly al Macfrut, con l’inserimento di nuove manifestazioni come il Cibus di Parma e il Concorso regionale formaggi del Veneto “Caseus Veneti”.

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM