Nazionale Italiana Cuochi: il team prende forma con i primi selezionati

Primi verdetti per la nuova Nazionale Italiana Cuochi. La selezione tenutasi ad Avellino, presso il locale Istituto Alberghiero, ha visto un folto parterre di concorrenti contendersi la maglia della nazionale delle berrette bianche della Federazione Italiana Cuochi. “Vogliamo cominciare l’avventura della Nazionale Italiana Cuochi dalle scuole”, così ha esordito il Team Manager della N.I.C. Daniele Caldarulo, dando il benvenuto ai candidati alla selezione per entrare nel dream team tricolore degli chef italianai. Al via, presso l’attrezzatissimo Istituto Alberghiero “Manlio Rossi-Doria” di Avellino, si sono presentati, da tutta Italia, 26 candidati per il programma “caldo” e 10 per il programma “freddo”. Alla presenza del vice presidente per il Sud Italia, Giacomo Giancaspro, è stato prima di tutto ufficializzato il Consiglio Direttivo della NIC. Oltre al Team Manager, Daniele Caldarulo, ne fanno parte gli chef: Pierluca Ardito (Team Coatch), Francesco Dibenedetto (Responsabile “Caldo”), Felice Laforgia (Responsabile Freddo), Gaetano Ragunì (Resposabile Team Junior), Piero Pezzolla (Responsabile Logistica) e il responsabile Comunicazione Vito Mastrosimini. Tornando alla selezione, vi è da dire che, l’orgoglio di vestire la giacca della Nazionale, ha spinto tanti chef blasonati a mettersi alla prova, creando un clima emozionante. Emozione che è stata palpabile, quando, durante la prova, gli studenti dell’istituto, in perfetto silenzio, sono stati accompagnati nelle cucine della prova, ad ammirare la maestri della preparazione di piatti da competizione internazionale. In due ore i concorrenti hanno dovuto esprimere tutta la loro bravura.I sette giudici, tre nelle cucine e quattro all’assaggio, hanno tirato le somme solo in tarda serata. Caldarulo, prima di svelare i primi verdetti definitivi, ha ringraziato tutti i partecipanti consegnando loro l’attestato di partecipazione, e poi, condividendo la tensione nella sala, ha comunicato che solo 5 concorrenti avevano superato la selezione per il Team Senior, 4 per il Team Junior e solo 1 per la prova del “Freddo”. Ed ecco i nomi dei primi chef senior che vestiranno la giacca della Nazionale per i prossimi quattro anni: Michelangelo Sparapano della Puglia (punti 80,55) e poi a seguire Giovanni Lorusso della Puglia (83,45), Fabio Potenzano della Sicilia (86,25) punti, poi l’unica rappresentante femminile, Debora Fantini della Emilia Romagna (87,75) e primo classificato lo Domenico Lampedecchia della Puglia (91,75). Per gli junior cominciando dal quarto posto, Paolo Lotito della Puglia (75,20 punti), Nicholas Capucci della Emilia Romagna (79,45), Andrea Votta della Basilicata (84,25) e Salvatore Canargiu della Puglia (86,25). Per il programma Freddo, e lì la sorpresa unica ad essere selezionata, ancora la chef Debora Fantini. Per completare la rosa, infine, si è comunicato che verranno presi in considerazioni i piazzamenti nei singoli agli Internazionali d’Italia. Al termine della selezione il Team Manager ha speso parole di elogio per il perfetto coordinamento del presidente della Unione Regionale Cuochi della Campania e dell’Associazione Cuochi Avellinesi Luigi Vitiello e per la splendida accoglienza dell’Ipssar “Manlio Rossi-Doria” di Avellino.

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM