“Giornata per la custodia del creato”

L’appuntamento di quest’anno è stabilito per le 18.30 di lunedì 1 settembre, in concomitanza con la “Giornata per la custodia del Creato”, promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Se, come dice Papa Francesco, la natura è un «dono in comune», dotato di una sua propria «grammatica» e ricevuto dall’intera famiglia umana affinché tutti ne possano ricavare il necessario per vivere, allora è quantomai utile riflettere e confrontarsi su come custodire tale prezioso e delicato regalo. Proprio questo è lo scopo principale dell’annuale incontro, proposto alla «Polse di Cougnes» (presso la Pieve di San Pietro in Carnia), dalla Arciconfraternita dello Spirito Santo «Pieres Vives» e dal Coordinamento regionale della Proprietà collettiva. L’appuntamento di quest’anno è stabilito per le ore 18.30 di lunedì 1° settembre, in concomitanza con la «Giornata per la custodia del creato» promossa dalla Conferenza episcopale italiana. L’animatore della riflessione di Zuglio – intitolata «Comunità custodi del creato» – sarà pre’ Floriano Pellegrini, presbitero e operatore culturale della Pieve di Zoldo Alto, nella Diocesi di Belluno-Feltre. Don Pellegrini, regoliere del Libero Maso de I Coi, ha fatto parte della Commissione regionale di studio sulle Regole del Veneto e ha collaborato alla stesura della legge statale sulla montagna e di quella veneta sulle Regole. Attraverso le sue pubblicazioni e i suoi Comunicati, opera instancabilmente per rinsaldare i legami fra Carnia e Cadore, all’insegna delle comuni radici nel «Municipium» di Julium Carnicum e nel Patriarcato di Aquileia, e per sostenere la azione di riscoperta e valorizzazione delle Proprietà collettive alpine, con il loro patrimonio di coesione comunitaria, di saggezza amministrativa e di efficienza economica. La Arciconfraternita di San Pietro e il Coordinamento regionale della Proprietà collettiva, tramite l’iniziativa del 1° settembre, si prefiggono di offrire una occasione di confronto sui temi della salvaguardia ambientale in particolare a due delle categorie più direttamente implicate nella gestione e nella protezione del patrimonio naturale: gli agricoltori e le comunità titolari di Beni collettivi, che sono particolarmente diffuse nel territorio montano regionale. Come tracce di preparazione (disponibili nell’apposito volantino curato dai promotori e nel sito www.friul.net/vicinia.php), sono proposti alcuni brani del Messaggio «Per la salute dei nostri paesi e delle nostre città», diffuso dalla Conferenza episcopale italiana per la «Giornata per la custodia del creato», e del messaggio del Papa per la XLVII «Giornata mondiale della pace», «Fraternità, fondamento e via per la pace», nonché la «Preghiera per le Comunità titolari di beni collettivi» (elaborata da pre’ Floriano Pellegrini)

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM