Ais Veneto premia Guerrino Moretto a Borgo Stainbech

Il più anziano socio della delegazione veneziana premiato nella rinomata cantina per il suo sostegno all’Associazione Italiana Sommelier

«Sono stato concepito durante la ritirata di Caporetto.» Così si presenta Guerrino Moretto, per far intuire scherzosamente la sua età. Ma anche se gli anni sono quasi cento, Guerrino continua ad essere un instancabile promotore del buon bere, attento alle continue evoluzioni del settore enologico e sempre presente nelle occasioni che coinvolgono la produzione vinicola locale. Sommelier, scrittore, sincero appassionato del vino e autorevole fonte di consigli, è una vera e propria istituzione per chiunque, in provincia di Venezia, si senta coinvolto a vario titolo nel mondo dell’enologia.
Per tutti questi motivi e per la sua pluridecennale militanza tra le file dei suoi tesserati, la delegazione veneta dell’Associazione Italiana Sommelier ha conferito a Guerrino Moretto un attestato di fedeltà, a riconoscimento del suo grande lavoro di divulgatore e del suo attivo sostegno alle attività del gruppo.
La consegna del diploma ha avuto luogo martedì pomeriggio nella sala di degustazione della cantina Borgo Stajnbech, a Belfiore di Pramaggiore. Il delegato per la provincia di Venezia Gianpaolo Breda ha premiato il decano dei sommelier della zona, alla presenza di una numerosa rappresentanza di AIS Veneto.
Alla piccola cerimonia è seguita una degustazione guidata dei migliori vini dell’azienda ospitante: 150 Lison Classico DOCG, Sauvignon Bosco della Donna, il nuovo EVO’ Sauvignon, Refosco dal Peduncolo Rosso e Stajnbech Rosso, originale uvaggio di Refosco e Cabernet Sauvignon.
L’evento, dunque, è stato colto anche come un’opportunità per dare risalto ai vini del territorio, secondo un consolidato caposaldo della filosofia di Borgo Stajnbech. Adriana Marinatto e Giuliano Valent, infatti, al pari di altri produttori, sono da tempo impegnati nella promozione delle potenzialità del Lison – Pramaggiore, puntando alla qualità e cercando di rafforzare l’immagine positiva del nostro comprensorio. L’interesse dell’AIS per la produzione locale, in questo senso, è senz’altro un segnale positivo, che fa ben sperare per il futuro.

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM