La marcia in più di Givigliana

L’Amministrazione dei Beni civici ha acquisito la Latteria sociale. Investimenti per 220mila euro, 80mila in cassa e presto un ristorante “di charme”

Con atto notarile stipulato il 18 giugno, l’Amministrazione dei Beni civici di Givigliana-Tors (in Comune di Rigolato, in Carnia) ha accettato la donazione ed acquisito l’edificio già sede della Latteria sociale, dimostrando come si possano fare grandi cose anche in un villaggio con 10 abitanti, a mille 120 metri di quota.
Proprio come a Pesariis nel 1989, si è infatti concluso il percorso che aveva portato prima a ricostituire gli organi della società, poi alla donazione a titolo gratuito dell’immobile e infine alla liquidazione della Latteria sociale.
L’edificio è da anni utilizzato dall’associazione della Comunità che ne aveva fatto il proprio punto di aggregazione, ricavandone nel tempo gli spazi a ciò necessari (bar-soggiorno al piano terra, sala riunioni e servizi al primo piano). E fin dal suo insediamento l’Amministrazione civica di Givigliana-Tors aveva sostenuto i costi elettrici dell’immobile, del campanile decorato (unico e spettacolare) e, più recentemente, anche quelli della Latteria sociale.
L’Amministrazione dei Beni civici è stata ricostituita nel 2007 soprattutto per merito dell’infaticabile impegno di Fedele Gortana, recentemente mancato, ma anche grazie al comportamento esemplare del Comune di Rigolato e al supporto dell’esperto segretario Delio Strazzaboschi, impegnato anche al servizio delle Amministrazioni frazionali di Pesariis e di Priola e Noiariis, nonché membro del direttivo del Coordinamento regionale della Proprietà collettiva.
Grazie al nuovo Comitato, tra l’altro, sono stati riportati a gestione i 153 ettari di bosco di produzione e, proprio grazie alle utilizzazioni forestali eseguite in collaborazione con l’Amministrazione frazionale di Pesariis, è stato possibile realizzare negli anni investimenti a favore della Comunità e del patrimonio civico per oltre 220 mila euro più Iva (Minidumper e Transporter con rimorchio; Teleferica mobile).
Si apre ora una fase nuova, come dice il presidente Fulvio Del Ponte: «Si potrà procedere alla manutenzione straordinaria dell’edificio, alla sua riqualificazione e valorizzazione ulteriore a favore dei residenti e degli oltre 40 discendenti (sempre presenti nei fine settimana, durante le feste e per tutta l’estate), ma anche per i turisti (Givigliana, infatti, è punto base di molte belle escursioni sulle Alpi Carniche)».
Il Comitato di Amministrazione sarebbe orientato a realizzare nell’ex Latteria un bar-ristorante di charme al piano terra, ad installare nella sala riunioni un piccolo impianto multimediale con tv satellitare e a dotare l’edificio, ora nuova Sede frazionale, di una postazione informatica con collegamento gratuito a internet per residenti ed ospiti.
La soddisfazione è davvero grande, poiché l’Amministrazione civica provvederà all’esecuzione di lavori, impianti e arredi (stima iniziale di 80 mila euro), con le sole proprie disponibilità finanziarie. Conclude Fulvio Del Ponte: «Non abbiamo dubbi, sarà un successo!».

 

Submit your comment

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

Visystem

il Bàcaro, andàr per gusto © 2017 Tutti i diritti riservati by VISYSTEM EDITORE

Rivista di storia e cultura enogastronomica nel Triveneto

Powered by VISYSTEM